Perth Mint Australia

Offerte speciali

0 0

PANDA GIGANTE Wildlife In Need Moneta Argento 1$ Tuvalu 2011

Nuovo

Prima moneta della serie "Wildlife in Need" dedicata a cinque animali selvatici rari e in via di estinzione; la moneta a corso legale è stata coniata dalla Perth Mint sotto l'autorità del Governo di Tuvalu. La moneta è dedicata al Giant Panda (Panda Gigante), si stima che ne siano rimasti 1.500 esemplari; parte dei ricavi verranno donati a "The Australia WWF".

Maggiori dettagli

Esaurito
Inserisci la tua email. Quando il prodotto sarà di nuovo disponibile riceverai una notifica.

99.95 €

Accettiamo pagamenti tramite:

Aggiungi alla lista dei desideri

IL PANDA GIGANTE
Il panda gigante (Ailuropoda melanoleuca, David 1869), è un mammifero appartenente alla famiglia degli Ursidi. Originario della Cina centrale, vive nelle regioni montuose del Sichuan. Verso la seconda metà del XX secolo, il panda è diventato un emblema nazionale in Cina, ed è attualmente raffigurato sulle monete d'oro cinesi. Inoltre è diventato il simbolo del WWF.
Il nome scientifico è Ailuropoda melanoleuca, dal greco antico che significa letteralmente piede di gatto - nero bianco. Il termine panda deriva molto probabilmente dal Nepali ponya.

Nonostante il fatto che, secondo la tassonomia si tratti di un carnivoro, la sua dieta è essenzialmente quella di un erbivoro. In effetti, esso si nutre quasi esclusivamente di bambù (circa 38 kg di germogli al giorno, pari al 45% del peso corporeo). Tecnicamente esso, come molti altri animali, è onnivoro (è noto che il panda accompagna con uova, insetti ed occasionalmente carogne, i suoi pasti a base di bambù). Le sue orecchie si muovono durante la masticazione.

Esso è imparentato alla lontana con il Panda rosso, ma la somiglianza tra i due nomi sembra più che altro provenire dalla comune alimentazione basata sul bambù e dalle tipiche macchie nere intorno agli occhi, simili a occhiaie umane. Prima che tale parentela con il Panda rosso venisse scoperta, nel 1901, il Panda gigante era conosciuto come Parti-coloured bear.
I Panda giganti sono una specie a rischio, minacciata di continuo dall'impoverimento del loro habitat e da un tasso di natalità molto basso (vedi la sezione riproduzione). Si crede che siano in circa 1.600 a sopravvivere attualmente allo stato naturale. Il Panda gigante è il simbolo del WWF (World Wildlife Fund), organizzazione che si occupa di preservare le specie dal rischio di estinzione.

La Zoological Society of London, in base a criteri di unicità evolutiva e di esiguità della popolazione, considera l'Ailuropoda melanoleuca una delle 100 specie di mammiferi a maggiore rischio di estinzione.

Per ovviare alla mancanza di informazioni sui panda selvatici si è deciso di costruire un centro di ricerca nella valle di Wolong in Cina. È stato inoltre creato un centro di riproduzione in cattività. I risultati di questa ricerca sono serviti a redigere progetti dettagliati per realizzare e gestire riserve in cui collocare gli esemplari rimasti: tali progetti prevedono, fra l'altro, la creazione di corridoi di foresta che colleghino le varie riserve, un intervento sul territorio volto alla reintroduzione di numerose specie di bambù, in modo da evitare che le piante muoiano tutte nello stesso periodo, e la realizzazione di iniziative con cui indurre gli abitanti delle foreste e dei villaggi a procedere in modo selettivo nella distribuzione delle foreste di bambù.
Il panda si nutre di germogli di bambù, piante che muoiono dopo la fioritura: nel suo habitat ne esistono numerose specie e ciò impedisce che esse fioriscano e muoiano simultaneamente; invece, nelle zone contaminate dall'intervento umano rimangono spesso pochi tipi di bambù (a volte addirittura uno solo). Nel 1975, essendosi sfortunatamente verificata una fioritura contemporanea di tutte le specie di bambù rimaste, i panda restarono privi di cibo e furono decimati. Nel corso della sua evoluzione il panda aveva sviluppato la capacità di far fronte alle periodiche morie di piante percorrendo lunghe distanze in cerca di nuove foreste - migrazioni che servivano anche a evitare che esemplari di uno stesso gruppo si accoppiassero fra loro. Tuttavia, da quando l'habitat del panda è stato sottoposto a processi di degrado e deforestazione, questa possibilità di rifugiarsi in altre foreste in cui trovare nuovo cibo e accoppiarsi è venuta a mancare.

 

Le cinque monete della serie:

  • Panda Gigante
  • Orangotango
  • Orso Polare
  • Rinoceronte Nero
  • Tigre Siberiana
  • NazioneTuvalu
  • Anno2011
  • Valore Facciale1 Dollaro
  • MetalloArgento
  • Titolo (purezza)999/1000
  • Peso (g)31.1 (1 oncia)
  • Diametro (mm)40.6
  • QualitàProof (Fondo Specchio)
  • Tiratura (esemplari)5.000
  • Certificato di AutenticitàSi
  • CofanettoSi
Sul retro della moneta le immagini a colori di un Panda Gigante con il suo piccolo, sullo sfondo il loro habitat, la foresta di bambù, anch'essa a colori; sotto di essi ancora delle canne di bambù stilizzate con due mani aperte come a sostenere i due esemplari. Intorno troviamo le scritte "Wildlife in Need" e "Giant Panda", in basso la scritta "1 Oz 999 silver". Sul fronte della moneta l'effigie di Sua Maestà la Regina Elisabetta II realizzata da Raphael Maklouf, il valore nominale l'anno ed il paese in cui è stata coniata.