Oceania Sud Pacifico

0 0

CANALETTO Bucentoro Bucintoro Venezia 3 Oz Moneta Argento 20$ Cook Islands 2011

Nuovo

Una festa veneziana, cerimonia che ricorda una vittoria antica, il giorno dell’Ascensione. È lo Sposalizio del Mare. Canaletto che combina i colori sfavillanti della laguna con un efficace taglio prospettico. Un capolavoro artistico riprodotto su un capolavoro numismatico, moneta unica nel suo genere, 3 once (93,3 g) di argento purissimo, con incastonati ben 16 autentici cristalli swarovski!

Maggiori dettagli

Esaurito
Inserisci la tua email. Quando il prodotto sarà di nuovo disponibile riceverai una notifica.

349.95 €

Accettiamo pagamenti tramite:

Aggiungi alla lista dei desideri

Gettando un anello in acqua il giorno dell'Ascensione il Doge rinnovava ogni anno il legame tra Venezia e il suo mare. È lo Sposalizio del Mare, cerimonia ripetuta nei secoli per commemorare la vittoria ottenuta intorno al 1000 dai veneziani sui pirati che infestavano l'Adriatico.
Una festa che Canaletto (Giovanni Antonio Canal, Venezia 1697-1768) ha rappresentato in numerose varianti, affidando il fascino della città lagunare alla bellezza orientaleggiante dei palazzi, alla cristallina limpidezza della luce, ma anche alle celebrazioni solenni, ai ricevimenti sontuosi.
Canaletto che aveva iniziato dipingendo scenografie teatrali nella bottega del padre, dipingendo ribalta completamente il punto di vista dello scenografo: per lui Venezia non è un immobile teatro per le azioni degli uomini, al contrario i personaggi che animano calli e canali sono dei particolari che, al pari di altri dettagli, contribuiscono alla magnificenza della città.
Il dipinto, attualmente nelle Collezioni Reali di Windsor, fu realizzato attorno al 1734.
Canaletto raffigura il momento in cui il Bucintoro, la grande galea a remi decorata da una tenda di seta rossa e da bassorilievi dorati, rientra nel bacino di San Marco. Il ritmo lento della nave sembra scandito dalla fuga degli archi che si intrecciano sulla facciata di marmo bianco e rosa di Palazzo Ducale, sulla quale "la vibrazione della luce scende come un pulviscolo luminescente"; la ricca decorazione dell’edificio rivaleggia con gli ori della barca.

In primo piano le limpide acque del mare, solcate da un vivace gruppo di gondole, gondolieri e aristocratici i cui abiti sono riprodotti con ricchezza di particolari. Figure definite con tocchi rapidi di colore che si moltiplicano sulla tela, lasciando immaginare il brusio allegro della folla. Ogni imbarcazione traccia sull'acqua la propria ombra, che in Canaletto "non incide mai come macchia, ma come cesura di vibranti effetti di luce". Felice intuizione, che avrà un séguito nella pittura di luce e colore del secolo successivo.
L'attenzione di chi guarda, però, oltrepassa le gondole, attratta dalla rossa galea e dalle sue sfarzose decorazioni, anche se questa non è posta al centro, ma sul lato destro del dipinto. Intensità del colore e linee di fuga conducono l'occhio su quel punto. La struttura prospettica non è definita da ampie quinte laterali, né da linee di fuga convergenti verso il centro; queste attraversano trasversalmente la tela, per incontrarsi sul Bucintoro.
La trasparenza dell'atmosfera, i colori brillanti, la grazia con la quale Canaletto riproduce i particolari senza essere banalmente fotografico rendono quest'opera vivace ed elegante. L'artista intende coinvolgere lo spettatore nell'atmosfera gioiosa del giorno di festa e ricorre ad un insolito (per lui) registro cromatico (dominato dal contrasto tra il rosso brillante e l'oro) e ad un efficace impianto prospettico; abbandona il ritmo geometrico e solenne della "veduta" e intreccia linee e colori, regalando al dipinto un fresco tono narrativo.
Luce, colore e prospettiva strutturano quest'opera di Canaletto. Il quale, è noto, faceva uso della camera ottica per catturare ogni dettaglio e riprodurre con illuministica esattezza la profondità degli spazi e la prospettiva degli edifici. Un uso consapevole e non banale, inseguendo non una riproduzione fotografica della realtà, ma un "effetto di realtà". Egli riutilizzava in modo critico le immagini ottenute con la camera ottica e impiegava con maestria il colore per ammorbidire la luce e l'atmosfera. Canaletto si rivolgeva alla realtà non tanto con una razionale fiducia nella possibilità di riprodurla fedelmente, ma piuttosto "con un amore per ciò che si vede….che gli fa cogliere di quella realtà il magico momento della sospensione".

  • NazioneCook Islands
  • Anno2011
  • Valore Facciale20 Dollari
  • MetalloArgento
  • Titolo (purezza)999/1000
  • Peso (g)93.3 (3 once)
  • Diametro (mm)55
  • QualitàProof (Fondo Specchio)
  • Tiratura (esemplari)1.732
  • Certificato di AutenticitàSi
  • CofanettoSi
Una nuova moneta coniata dalla Zecca delle Cook Islands in argento purissimo dal valore nominale 20 Dollari, e dal diametro di ben 55 mm, ritrae il capolavoro del Canaletto, "Bucintoro", contornato da 16 autentici cristalli Swarovski che brillano incastonati nella moneta. Sul retro l'effigie della Regina Elisabetta II.