CIT Coin Invest Trust

Sconti!

0 0

SINDONE DI TORINO Ologramma Moneta Argento 1000 Fr Camerun 2010

Nuovo

Moneta d'argento con ologramma dedicata ad una delle icone cristiane più venerate e controverse, la Sacra Sindone, il telo di lino conservato nel Duomo di Torino, sul quale è visibile l'immagine di un uomo identificato come Gesù.

Maggiori dettagli

Esaurito
Inserisci la tua email. Quando il prodotto sarà di nuovo disponibile riceverai una notifica.

99.95 €

Accettiamo pagamenti tramite:

Aggiungi alla lista dei desideri

La Sindone di Torino, nota anche come Sacra Sindone, è un telo di lino conservato nel Duomo di Torino, sul quale è visibile l'immagine di un uomo che porta segni di maltrattamenti e torture compatibili con quelli descritti nella Passione di Gesù. La tradizione identifica l'uomo con Gesù e il lenzuolo con quello usato per avvolgerne il corpo nel sepolcro. La sua autenticità è oggetto di fortissime controversie.

Il termine "sindone" deriva dal greco sindon, che indica un tessuto di lino di buona qualità o tessuto d'India. Il termine è ormai diventato sinonimo del lenzuolo funebre di Gesù.

Le esposizioni pubbliche della Sindone sono chiamate ostensioni (dal latino ostendere, "mostrare"). Le ultime sono state nel 1978, 1998, 2000 e 2010 mentre la prossima sarà nel 2025.

Tutti gli storici sono d'accordo nel ritenere documentata con sufficiente certezza la storia della Sindone a partire dalla metà del XIV secolo: risale infatti al 1353 la prima testimonianza storica. Sulla sua storia precedente e sulla sua antichità non vi è accordo. La datazione radiometrica con la tecnica del Carbonio 14, eseguita nel 1988, ha datato la stoffa del lenzuolo in un intervallo di tempo compreso tra il 1260 e il 1390 d.C.

I sostenitori dell'autenticità del telo non giudicano attendibile l'esame svolto nel 1988, ipotizzando inquinamento dei lacerti di tessuto prelevati per essere sottoposti a indagine. Ritengono quindi che la Sindone sia l'autentico lenzuolo funebre di Gesù e risalirebbe alla Palestina del I secolo; essi sostengono inoltre la "suggestiva ipotesi" secondo cui la Sindone di Torino sia da identificare con il mandylion o "Immagine di Edessa", un'immagine di Gesù molto venerata dai cristiani d'Oriente, scomparsa nel 1204 (questo spiegherebbe l'assenza di documenti che si riferiscano alla Sindone in tale periodo). In questo caso, occorre ipotizzare che il telo di Edessa, che è descritto come un fazzoletto, fosse esposto solo ripiegato più volte e in modo tale da mostrare unicamente l'immagine del volto.

  • NazioneCamerun
  • Anno2010
  • Valore Facciale1000 Franchi
  • MetalloArgento
  • Titolo (purezza)925/1000
  • Peso (g)20
  • Diametro (mm)38.61
  • QualitàProof (Fondo Specchio)
  • Tiratura (esemplari)2.010
  • Certificato di AutenticitàSi
  • CofanettoNo
Non ci sono altri prodotti di questa serie

La moneta mostra sul rovescio il volto di Gesù rappresentato mediante un ologramma realizzato con una tecnologia innovativa (ologramma acromatico) avente la caratteristica di apparire senza colori se osservato da un angolo di 60 gradi.
Il dritto della moneta rappresenta lo stemma della Repubblica del Camerun.