CIT Coin Invest Trust

Prodotti visti

0 0

CAMERA OSCURA Obscura Moneta Argento 2$ Cook Islands 2006

Nuovo

Moneta in argento unica nel suo genere, che permette di effettuare vere fotografie, con il metodo utilizzato nel 1826.

Maggiori dettagli

Esaurito
Inserisci la tua email. Quando il prodotto sarà di nuovo disponibile riceverai una notifica.

99.95 €

Accettiamo pagamenti tramite:

Aggiungi alla lista dei desideri

La parola fotografia ha origine da due parole greche: phos e graphis. Letteralmente quindi fotografia significa scrivere (grafia) con la luce (fotos). Ebbe origine dalla convergenza dei risultati ottenuti da numerosi sperimentatori sia nel campo dell'ottica, con lo sviluppo della camera oscura, sia in quello della chimica, con lo studio delle sostanze fotosensibili. La prima camera oscura fu realizzata molto tempo prima che si trovassero dei procedimenti per fissare con mezzi chimici l'immagine ottica da essa prodotta; le sue prime applicazioni per la fotografia si ebbero con il francese Joseph Nicephore Niepce, al quale viene abitualmente attribuita l'invenzione della fotografia.
Nel 1813 Niepce iniziò a studiare i possibili perfezionamenti da apportare alle tecniche litografiche e da queste ricerche sviluppò un interesse per la registrazione diretta di immagini sulla lastra litografica, senza l'intervento dell'incisore.
In collaborazione con il fratello Claude, Niepce cominciò a studiare la sensibilità alla luce del cloruro d'argento e nel 1816 ottenne la sua prima immagine fotografica (che ritraeva un angolo della sua stanza di lavoro) utilizzando un foglio di carta sensibilizzato, probabilmente, con cloruro d'argento.
L'immagine, tuttavia, non poté essere fissata completamente, per cui Niepce fu indotto a studiare la sensibilità alla luce di numerose altre sostanze, soffermandosi sul bitume di Giudea che possiede la proprietà di divenire insolubile in olio di lavanda in seguito a esposizione alla luce.
Il primo successo con la nuova sostanza fotosensibile risale al 1822, con la riproduzione su vetro di un'incisione che raffigurava papa Pio VII. La riproduzione andò però distrutta qualche tempo dopo e la più antica immagine oggi esistente è una di quelle che Niepce ottenne nel 1826, utilizzando una camera oscura nella quale l'obiettivo era una lente biconvessa, dotata di diaframma e di un rudimentale sistema di messa a fuoco.

Una nuova moneta coniata dalla Zecca delle Cook Islands in argento 925 dal valore nominale 2 Dollari, è stata realizzata con un micro foro al centro per poter essere utilizzata, insieme agli accessori inclusi (rullino, cavalletto, corpo macchina, manuale istruzioni), come una classica camera oscura.

  • NazioneCook Islands
  • Anno2006
  • Valore Facciale2 Dollari
  • MetalloArgento
  • Titolo (purezza)925/1000
  • Peso (g)10
  • Diametro (mm)30
  • QualitàBU - Brilliant Uncirculated
  • Tiratura (esemplari)2.500
  • Certificato di AutenticitàSi
  • CofanettoSi
Non ci sono altri prodotti di questa serie
Sulla moneta e' rappresentata la prima fotografia effettuata nel 1826, e sul corpo macchina e' presente una targhetta con inciso il numero progressivo della serie limitata.
Sono inclusi rullino, cavalletto, corpo macchina e manuale di istruzioni.