GUARDIA SVIZZERA Giuramento 500 Anni Moneta Argento 10 Fr Congo 2006

Nuovo prodotto

Questa bellissima moneta commemora il Corpo della Guardia Svizzera Pontificia e i 500 anni di protezione prestata (1506-2006).

Maggiori dettagli

89.95 €

Questo prodotto non è più disponibile
Enter your email id. Once product back in stock you will be notified by email


Spedizione in Giornata Consegna Veloce in 24/48 ore

Pagamento Sicuro Sicurezza con Crittografia SSL

Soddisfatti/Rimborsati Soddisfatto o Vieni Rimborsato!

 
Scheda tecnica
Nazione Congo
Anno 2006
Valore Facciale 10 Franchi
Metallo Argento
Titolo (purezza) 925/1000
Peso (g) 25
Diametro (mm) 45
Qualità Proof (Fondo Specchio)
Tiratura (esemplari) 2.500
Certificato di Autenticità Si
Cofanetto No
 
Dettagli

Il 21 Giugno 1505 Papa Giulio II chiese alla Confederazione Svizzera di inviargli una guardia del corpo di 200 uomini. Nell'inverno i primi 150 uomini, partendo dai territori nazionali di Lucerna e Zurigo, marciarono verso Roma passando per il Gottardo, entrando nella capitale il 22 Gennaio 1906. Ancora oggi la Guardia Svizzera è il corpo militare che si occupa della sicurezza della Città del Vaticano.

IL GIURAMENTO
Il 6 maggio, giorno del «Sacco di Roma», è una data che riveste per il Corpo della Guardia Svizzera Pontificia un significato particolare e al contempo è strettamente legata alla storia della Chiesa scritta con il sangue di 147 suoi figli. Nel 1527 la data del 6 maggio significò morte, oggi significa vita, poiché in questo giorno, ogni anno, le reclute prestano il proprio solenne giuramento.
Il Cappellano legge il testo integrale del giuramento:
“Giuro di servire fedelmente, lealmente e onorevolmente il Sommo Pontefice Benedetto XVI e i suoi legittimi successori, come pure di dedicarmi a loro con tutte le forze, sacrificando, ove occorra, anche la vita per la loro difesa. Assumo del pari questi impegni riguardo al sacro Collegio dei Cardinali per la durata della sede vacante. prometto inoltre al Capitano Comandante e agli altri miei Superiori rispetto, fedeltà e ubbidienza. Lo giuro. Che Iddio e i nostri santi patroni mi assistano.”
Poi, le nuove reclute, chiamate per nome, si fanno avanti e ciascuna, con la mano sinistra sulla bandiera della Guardia e la destra con tre dita aperte, quale simbolo della Trinità, conferma e giura: “Io...giuro di osservare fedelmente, lealmente e onorevolmente tutto ciò che in questo momento mi è stato letto. Che Dio e i suoi Santi mi assistano“.

 
Accessori
La faccia della moneta mostra una nuova recluta della Guardia Svizzera nell'atto del giuramento, con la mano sinistra sulla bandiera e la destra con tre dita aperte, quale simbolo della Trinità.
Il retro della moneta mostra il leone, emblema della Repubblica Democratica del Congo.

0 0

Menu