Perth Mint Australia

Sconti!

0 0

TOBRUK BATTAGLIE FAMOSE Tobruch 1941 Moneta Argento 1$ Australia 2011

Nuovo

La seconda moneta della serie dedicata alle battaglie mondiali in cui si sono distinti i soldati Australiani per il coraggio e l'astuzia, dedicata alla battaglia di Tobruk nel 1941, un lento confronto tra le forze dell'Asse e Alleate, in particolar modo australiane, nello scacchiere del Nordafrica durante la seconda guerra mondiale. Emessa dalla Perth Mint in Argento puro 999 fondo specchio.

Maggiori dettagli

79.95 €

-20.00 €

99.95 €

Accettiamo pagamenti tramite:

Aggiungi alla lista dei desideri

L'ASSEDIO DI TOBRUK - 1941
Per quanto la campagna di Tobruch sia avvenuta a centinaia di chilometri di distanza dagli avvenimenti più conosciuti e più importanti della seconda guerra mondiale, essa non è da sottovalutare né da sminuire semplicemente a causa di ciò. Quando si parla della fortezza di Tobruch indichiamo l'avamposto meglio difeso e fortificato dell'intera fascia nord africana sulla via per il Cairo, e per la precisione è collocato in quella regione denominata Cirenaica. Questa si trova esattamente al centro tra la Tripolitania e l'Egitto.

Dopo aver incontrato ben poca resistenza, le truppe italiane, numerose ma piuttosto sfornite di mezzi motorizzati e meccanizzati, si diressero verso est fino a Sidi Barrani a circa 100 km oltre il confine egiziano. Costretti successivamente a ripiegare di fronte alla potente controffensiva delle mobilissime forze britanniche, gli italiani furono costretti a chiedere più volte l'intervento in aiuto dei tedeschi.
Questi, che pure provavano una forte diffidenza verso i soldati italiani, ritennero che sarebbe stato sicuramente più efficace inviare proprie truppe in Libia piuttosto che lasciare in mano incerte i loro preziosi Panzer. Hitler stesso, fatta eseguire una ricognizione durante lo stallo venutosi a creare negli ultimi mesi del 1940 (ancor prima della disfatta italiana), scrisse a Mussolini comunicandogli che, al momento, non gli avrebbe inviato gli aiuti richiesti ma che avrebbe aspettato che i suoi uomini sfondassero le linee a Marsa Matruh.

Dopo aver ricacciato indietro gli italiani, i britannici ebbero il totale controllo sul Mediterraneo, potendo contare sul libero afflusso di rifornimenti e sul controllo del Canale di Suez. Questo temporaneo colpo di fortuna permise al generale inglese Archibald Wavell di organizzare al meglio le proprie forze, riempiendo i vari buchi lasciati dai soldati del Regio Esercito con il minor numero di truppe disponibili sul campo. Difatti il prossimo obiettivo degli alleati situati in Nordafrica sarebbe stato quello di eseguire un'operazione simile a quella in Cirenaica: respingere i nazisti in Grecia. L'impossibilità di avere un punto di sbocco nel Mediterraneo iniziava a far preoccupare i tedeschi che, dopo un accordo con Mussolini, iniziarono a usufruire delle basi aeree italiane. Il 10 gennaio 1941 il X Fliegerkorps, un distaccamento a parte dotato di ogni tipo di aereo antinave, sorvolarono le acque del Mediterraneo e aprirono le ostilità contro i convogli inglesi. La convinzione che il Canale di Suez fosse da conquistare per l'approvvigionamento delle risorse necessarie ai nazisti impegnati nell'area era giustificata dal fatto di dover circumnavigare l'Africa e superare il Capo di Buona Speranza, rallentando le spedizioni, cosa che gli inglesi non erano tenuti a fare. Perciò Hitler, a distanza di pochi mesi dal precedente rifiuto, informò Mussolini che avrebbe rinforzato le sue unità con una divisione corazzata completa, a condizione che egli riuscisse a mantenere il settore della Sirte. Il 6 febbraio Erwin Rommel venne inviato in fretta e furia a Tripoli e il 19 febbraio il nome della formazione definitiva in Nordafrica prese il nome di Deutsches Afrika Korps.

La preparazione alla campagna fu lenta e dispendiosa per entrambi gli schieramenti. Mentre Rommel tentava disperatamente di far affluire il maggior numero di divisioni possibili, facendo avanzare squadre di ricognitori in avanscoperta con l'obbiettivo di mostrare alle unità inglesi e australiane la poderosa capacità tedesca di saper reagire, il comandante in capo della controparte, il tenente generale Philip Neame, si stava concentrando principalmente sul compito di permettere il trasporto di un quantitativo cospicuo di uomini in Grecia. Cercando di calcolare con esattezza i tempi di ripresa degli avversari, Neame confidava sul fatto che la sconfitta, subita dagli italiani, avesse rallentato le operazioni nel Nordafrica. Dunque, diede disposizione che le rimanenti forze che avevano sconfitto il Regio Esercito, comandato dal generale d'armata Italo Gariboldi, si schierassero in posizioni strategiche come Msus, Tecnis, Marturba, Mechili e Tmimi, dove avrebbero potuto facilmente ripiegare e sfruttare i relativi depositi di munizioni. Queste si trovavano, più o meno, sulla strada per Tobruch ed erano costantemente presidiate da sparute unità, lo scheletro di quel esercito che aveva respinto Gariboldi fuori dalle regioni della Libia orientale, e perciò particolarmente fragili.

Il 1 marzo Rommel fu felice di constatare che i britannici non accennavano ad avanzare né a tentare qualche manovra per mettere fuori combattimento le loro macchine blindate da esplorazione (SdKfz 232) e tuttavia il 19 dello stesso mese, recatosi a Berlino per ricevere di persona la risposta, la richiesta del Generalleutnant di poter avere altre unità corazzate venne bruscamente respinta; non avrebbe potuto avere altro se non la 15ª Divisione Panzer, disponibile solamente dopo maggio.

Le prime vere scaramucce iniziarono il 23 marzo, dopo una serie di intercettazioni radio da parte dei tedeschi, che videro le forze naziste in netta superiorità rispetto al nemico. El Agheila e Mersa Brega caddero nel giro di pochissimi giorni di distanza l'una dall'altra, rispettivamente il 24 e il 31 marzo, e, riconquistati i territori della Libia orientale, le forze dell'Asse si apprestavano adesso ad affrontare i sabbiosi e torridi deserti della Cirenaica.

La bellissima serie si compone di cinque monete dedicate alle famose battaglie:

  • Gallipoli
  • Tobruk
  • Kokoda
  • Kapyong
  • Long Tan
  • NazioneAustralia
  • Anno2011
  • Valore Facciale1 Dollaro
  • MetalloArgento
  • Titolo (purezza)999/1000
  • Peso (g)31.1 (1 oncia)
  • Diametro (mm)40.6
  • QualitàProof (Fondo Specchio)
  • Tiratura (esemplari)5.000
  • Certificato di AutenticitàSi
  • CofanettoSi
Il verso della moneta raffigura un soldato australiano, o 'Ratto di Tobruk', che indossa la divisa della seconda guerra mondiale relativa alla campagna militare del deserto, mentre nello sfondo a destra è presente una rappresentazione di alcuni soldati a Tobruck. In basso l'iscrizione 'TOBRUCK 1941' e la lettera 'P' marchio ufficiale di Perth Mint. Emessa come moneta a corso legale dalle autorità del governo delle Cook Islands, il fronte della moneta rappresenta l'effigie della Regina Elisabetta II.