Oceania Sud Pacifico

0 0

RE ARTU Tavola Rotonda Moneta Argento 5$ Cook Islands 2009

Nuovo

Splendida moneta da 5 dollari dedicata ad una delle figure leggendarie più famose del medioevo: Re Artù. Fa parte della serie di sei monete "I cavalieri della Tavola Rotonda" (Knights of the Round Table) emessa dalle Cook Islands nel 2009.

Maggiori dettagli

Esaurito
Inserisci la tua email. Quando il prodotto sarà di nuovo disponibile riceverai una notifica.

69.95 €

Accettiamo pagamenti tramite:

Aggiungi alla lista dei desideri

Re Artù
Re Artù, figlio di re Uther Pendragon, è un'importante figura delle leggende della Gran Bretagna, dove appare come la figura del monarca ideale sia in pace sia in guerra. È il personaggio principale del ciclo bretone.
Si è discusso e si continua a discutere sulla storicità o meno della figura di re Artù. C'è chi pensa che la figura di Artù sia basata su uno o più personaggi realmente esistiti e che egli fosse un capo romano-brittanico che combatté contro gli anglosassoni tra la fine del V e gli inizi del VI secolo.

La Tavola Rotonda
La Tavola Rotonda era il tavolo del castello di Camelot a cui i Cavalieri e Re Artù sedevano per discutere questioni di cruciale importanza per il reame. Lo scopo della "tavola rotonda" era quello di creare un posto dove tutti i partecipanti avessero pari dignità per poter risolvere i problemi con la diplomazia evitanto i conflitti. Infatti, non essendoci nessuno a capo-tavola, ogni cavaliere (re compreso) aveva il suo posto uguale a tutti gli altri e anche Re Artù si sentiva come ogni altro cavaliere. Secondo la tradizione, un posto alla tavola, detto siège périlleux ("seggio pericoloso") era riservato da Merlino al cavaliere di purissimo cuore destinato a trovare il Graal; chiunque altro vi si sedesse era condannato a morte istantanea. La sedia rimase vuota a lungo, fino a essere occupata da Galahad, figlio illegittimo di Lancillotto.

I cavalieri della Tavola Rotonda
I cavalieri della Tavola Rotonda erano i cavalieri di rango più elevato della corte di re Artù che sono menzionati dalle leggende arturiane. Il numero di questi cavalieri varia molto a seconda dei racconti, da 12 a oltre 150. La Tavola rotonda di Winchester, databile agli anni settanta del XIII secolo, elenca i nomi di 25 cavalieri.

Sir Thomas Malory nell'opera "La morte di Artù" descrive il loro codice comportamentale:

  • Mai oltraggiare o compiere omicidio
  • Evitare l'inganno
  • Evitare la crudeltà e concedere mercé a chi la chiede
  • Soccorrere sempre le dame e le vedove
  • Non abusare mai di dame e vedove
  • Mai ingaggiare battaglia per motivi sbagliati quali amore e desiderio di beni materiali
  • NazioneCook Islands
  • Anno2009
  • Valore Facciale5 Dollari
  • MetalloArgento
  • Titolo (purezza)925/1000
  • Peso (g)25
  • Diametro (mm)38.61
  • QualitàProof (Fondo Specchio)
  • Tiratura (esemplari)2.500
  • Certificato di AutenticitàNo
  • CofanettoNo
La faccia della moneta mostra una statua di Artù in bronzo con visiera alzata e scudo, è tra i cavalieri in lutto alla tomba dell'imperatore Massimiliano I (morto nel 1519), a Innsbruck. Sullo sfondo il suo castello.
Il retro mostra l'effigie di Sua Maestà la Regina Elisabetta II.