Oceania Sud Pacifico

0 0

TRITTICO RESURREZIONE DI CRISTO Peter Paul Rubens Set 3 Monete Argento 1$ 2$ Tokelau 2012

Nuovo

Opera numismatica di grande valore, un trittico di monete che rappresenta 'La Resurrezione di Cristo' opera dell'artista fiammingo Rubens. Emessa in Argento puro 999 per commemorare i 400 anni dalla creazione del trittico. La tiratura è estremamente limitata a 500 esemplari.

Maggiori dettagli

Esaurito
Inserisci la tua email. Quando il prodotto sarà di nuovo disponibile riceverai una notifica.

199.95 €

Accettiamo pagamenti tramite:

Aggiungi alla lista dei desideri

Peter Paul Rubens
Il pittore fiammingo Pieter Paul Rubens (1577-1640) rappresenta senz’altro l’artista che diede il maggior contributo alla definizione di una pittura di stile barocco. La sua attività pittorica si è sviluppata prevalentemente ad Anversa, ma sono numerosi i suoi viaggi all’estero.
Nel maggio del 1600  partì per l'Italia dove rimase per i successivi otto anni, facendo tappa prima a Venezia dove studiò Tiziano, Veronese e Tintoretto, poi, entrato in contatto con Vincenzo I Gonzaga duca di Mantova il giovane pittore accettò l'incarico di pittore di corte.
Rubens elaborarò uno stile molto personale e riconoscibile, senza farsi troppo condizionale dagli stili e dai movimenti artistici che lo circondano.

Resurrezione di Cristo
La Resurrezione di Cristo è un dipinto a olio su tavola (138x98 cm contando solo il pannello centrale) di Pieter Paul Rubens, databile al 1611-1612 e conservato nella Cattedrale di Nostra Signora di Anversa.

  • NazioneTokelau
  • Anno2012
  • Valore Facciale1 Dollaro, 2 Dollari
  • MetalloArgento
  • Titolo (purezza)999/1000
  • Peso (g)62.2 (2 once)
  • Dimensioni (mm)17.5 x 35, 35 x 35
  • QualitàProof (Fondo Specchio)
  • Tiratura (esemplari)500
  • Certificato di AutenticitàSi
  • CofanettoSi
  • Set (pezzi)3
La moneta rappresenta l'opera "La Resurrezione di Cristo", famoso trittico dell'artista Rubens. Il pannello centrale mostra Cristo che forte e radioso si alza dalla sua tomba rocciosa, dietro di lui nel buio dei soldati che vengono illuminati dalla sua luce. L'influenza dell'arte italiana, e soprattutto di Michelangelo, è immediatamente riconoscibile nell'opera di Ruben, i suoi personaggi sono eroicamente forti, i loro corpi sono estremamente muscolosi. Le sue figure rilasciano un enorme potere, una forte contrazione. La tensione drammatica aumenta con l'immediatezza del momento. Illuminazione ad alto contrasto si concentra in modo drammatico sulla figura centrale di Gesù. Sui pannelli laterali, Rubens ha ritratto Giovanni Battista e San Martina, i santi patroni di Jan e Martina Moretus. Giovanni si trova sulla riva del Giordano, la spada a terra fa riferimento alla sua decapitazione. San Martina tiene un ramo di palma in mano come segno del suo martirio. Dietro di lei, si possono vedere i frammenti del tempio del dio del sole Apollo, che si suppone essere crollato quando Martina si fece il segno della croce. Il retro di ogni moneta presenta il profilo di Sua Maestà Elisabetta II. Le tre monete sono incorporate in un'elegante scatola di legno, su cui sono incisi i nomi dei tre dipinti che sono descritti da un libretto illustrativo.