Europa

0 0

MADONNA CON BAMBINO E DUE ANGELI Botticelli Rinascimento Moneta Argento 15D Andorra 2012

Nuovo

La quarta moneta della spettacolare serie 'Madonna del Rinascimento' composta da cinque monete che catturano le più importanti opere del Rinascimento dedicate alla rappresentazione della Vergine Maria e i loro grandi artisti. Questa moneta in argento puro dall'incredibile bellezza è dedicata all'opera Madonna con Bambino e Angeli e al grande artista Sandro Botticelli.

Maggiori dettagli

Esaurito
Inserisci la tua email. Quando il prodotto sarà di nuovo disponibile riceverai una notifica.

129.95 €

Accettiamo pagamenti tramite:

Aggiungi alla lista dei desideri

Sandro Botticelli
Il nome reale del pittore è Alessandro Filipepi. Nacque a Firenze nel 1445 e scomparse nel 1510. Grande interprete della cultura umanistica medicea, ricercò una raffinata perfezione dell'insieme con la trasparenza del colore, trasfigurando la realtà ponendola così fuori del tempo.
La sua formazione avvenne nella bottega di F. Lippi dove creò la "Madonna del Roseto" ora al Louvre di Parigi e nella bottega del Verrocchio la cui influenza insieme a quella del Pollaiolo si fa evidente nell'opera la "Fortezza" ora esposta nella Galleria degli Uffizi ed eseguita nel 1470 per il tribunale della Mercanzia. Dopo una serie di opere che preludono alla compiutezza formale della fase matura verificabile dalle opere "Giuditta e Oloferne" e l'"Adorazione dei Magi" si giunse verso il 1478 all' "Allegoria della Primavera" eseguita per Lorenzo di Pier Francesco de' Medici.
Della stessa atmosfera è pervasa la "Nascita di Venere" databile attorno al 1485. Tra i due capolavori è situato il soggiorno romano dell'artista negli anni 1481-82, durante il quale Botticelli lavorò assieme a Cosimo Rosselli, al Ghirlandaio e al Perugino ad affreschi nella Cappella Sistina eseguendo i tre riquadri con la "Punizione dei Ribelli", le "Prove di Mosè" e le "Prove di Cristo". Posteriori al suo ritorno a Firenze sono "Pallade che doma il centauro" e le "Madonne" ora alla Galleria degli Uffizi di Firenze, tra le quali la "Madonna del Magnificat" e la "Madonna della melagrana".
Intorno al 1490 Lorenzo di Pier Francesco de' Medici affidò a Botticelli l'incarico di illustrare la Divina Commedia ben 94 disegni sono conservati tra la biblioteca vaticana e il Gabinetto delle stampe di Berlino.
In questo periodo Botticelli appare già volto verso una religiosità che la predicazione di Savonarola trasformerà in esaltazione mistica: la sua pittura si fece di carattere prevalentemente sacro, si ammirino la "Crocifissione simbolica" la "Pietà" dove la drammaticità viene espressa con linee spezzate e colori lividi "La calunnia" fino a toccare la tensione spirituale in forme arcaicizzanti "La natività" e gli "Ultimi atti di S. Zanobi" posteriori agli inizi del XVI sec.

  • NazioneAndorra
  • Anno2012
  • Valore Facciale15 Denari
  • MetalloArgento
  • Titolo (purezza)999/1000
  • Peso (g)50
  • Dimensioni (mm)40 x 60
  • QualitàProof (Fondo Specchio)
  • Tiratura (esemplari)3.000
  • Certificato di AutenticitàSi
  • CofanettoSi
La moneta dal particolare taglio rettangolare con testa ellittica mostra uno dei più famosi capolavori del periodo rinascimentale: la Madonna con Bambino e due angeli, opera di Sandro Botticelli, conservata nel Museo Nazionale di Capodimonte. Sulla faccia sono presenti le scritte 'ART I RENAIXMENT' e il nome dell'artista 'SANDRO BOTTICELLI'. Sul retro è mostrato lo stemma del Principato D'Andorra.