CIT Coin Invest Trust

0 0

PULTUSK METEORITE Cometa Moneta Argento 5$ Cook Islands 2008

Nuovo

La moneta del meteorite di Pultusk, in Argento 925 fondo specchio, con incastonato un vero frammento di meteorite del 1868!

Maggiori dettagli

Esaurito
Inserisci la tua email. Quando il prodotto sarà di nuovo disponibile riceverai una notifica.

149.95 €

Accettiamo pagamenti tramite:

Aggiungi alla lista dei desideri

Il 30 Gennaio 1868 un'enorme palla di fuoco apparve nel cielo della Polonia. Verso le 7 di sera, a contatto con l'atmosfera, ci fu un'esplosione in cielo seguita subito dopo da una pioggia di meteore nella zona di Pultusk, a circa 65 Km a nord di Varsavia. Un'enorme meteorite cadde coprendo un'area di 120 Km quadrati. Questo meteorite è chiamato anche H5 chondrite: la lettera H sta per l'alto contenuto di ferro (oltre il 27%). Dal peso totale di circa 9 tonnellate, il pezzo più pesante di circa 9 Kg è esposto al British Museum di Londra.
Nonostante questa imponente pioggia di meteore sia stata la più grande vista da occhio umano, e sicuramente la più importante in Europa, non ci sono state vittime o danni. All'interno di questa curiosa moneta è stato incapsulato un autentico frammento del famoso meteorite del 1868! Per renderla ancora più particolare e preziosa, la moneta è stata selettivamente trattata con il Palladio, l'elemento chimico di numero atomico 46, un metallo raro, di aspetto bianco-argenteo, del gruppo del Platino.

  • NazioneCook Islands
  • Anno2008
  • Valore Facciale5 Dollari
  • MetalloArgento
  • Titolo (purezza)925/1000
  • Peso (g)25
  • Diametro (mm)38.61
  • QualitàProof (Fondo Specchio)
  • Tiratura (esemplari)2.500
  • Certificato di AutenticitàSi
  • CofanettoNo
La faccia della moneta mostra una rappresentazione stilizzata della pioggia di meteoriti, all'interno di uno di questi è presente un frammento reale di meteorite di Pultusk, nello sfondo il mondo visto dallo spazio e in evidenza l'Europa e la città polacca dove avvenne l'impatto.
Sul retro l'effigie della Regina Elisabetta II.