CIT Coin Invest Trust

0 0

DON CHISCIOTTE Illusione Del Prete Moneta Argento 5$ Palau 2008

Nuovo

Palau dedica a Sandro del Prete e alle sue illusioni questa particolare moneta in Argento 925. Il disegno mostra la famosa illusione ottica di Don Chisciotte della Mancia.

Maggiori dettagli

Esaurito
Inserisci la tua email. Quando il prodotto sarà di nuovo disponibile riceverai una notifica.

69.95 €

Accettiamo pagamenti tramite:

Aggiungi alla lista dei desideri

SANDRO DEL PRETE
Sandro del Prete nasce a Bern Svizzera nel 1937. Sin da bambino mostrò una grande predisposizione per il disegno e la pittura. Ha cominciato la sua carriera artistica nel 1981. Dopo aver studiato arte e tecnica a Firenze è ritornato in Svizzera dove ha continuato a sperimentare con la percezione umana e le illusioni. La sua passione per l'argomento si riflette pienamente nella bellezza dei suoi lavori.

Nello studio del suo particolare stile, Del Prete ha coniato il termine "Illusiorismo" (Illusorism), termine che sta a significare un processo di rappresentazione ottica delle delusioni che si riversa sulle figure disegnate. Le delusioni ottiche non sono altro che illusioni secondo il più comune senso della parola.

"Qualsiasi cosa che vediamo, può essere osservata da più punti di vista. Quindi, chiedo a me stesso, tutto quello che riusciamo a vedere è in qualche modo un'illusione? è questo il dilemma di Sandro Del Prete che lo spinge con forza a studiare i diversi punti di vista del mondo che lo circonda.

L'effetto illusorio cerca di sfruttare gli errori della mente attraverso la rappresentazione di forme ambigue, cioè che sono suscettibili a più interpretazioni perchè gli elementi che le compongono non forniscono al cervello informazioni esatte.

"30 anni fa, ho osservato un camaleonte. Ho notato come esso riesce a guardare avanti con un occhio e dietro con l'altro. Mi sono chiesto che cosa veramente l'animale vedesse, quale fosse la sua piccola visione del mondo che lo circondava. Da allora ho iniziato ad interessarmi nello studio delle diverse prospettive."
Le opere di Del Prete sono piene di oggetti che possono essere osservati da diversi punti di vista a cui sono associate diverse interpretazioni. Quando si parla dei suoi disegni perdono di significato le parole davanti, dietro, destra, sinistra, alto e basso. Ogni elemento le racchiude tutte, è come se si trovasse in più dimensioni allo stesso tempo.

DON CHISCIOTTE DELLA MANCIA
Una tra le immagini più riuscite di Del Prete è la figura di Don Chisciotte della Mancia dal famoso romanzo picaresco "Don Quixote de la Mancha" dello scrittore spagnolo Miguel de Cervantes (1547-1616).
Il protagonista della vicenda è un hidalgo spagnolo di nome Alonso Quijano, morbosamente appassionato di romanzi cavallereschi, alla lettura dei quali si dedica nei momenti di ozio. Le letture lo condizionano a tal punto da trascinarlo in un mondo fantastico, nel quale si convince di essere chiamato a diventare un cavaliere errante. Si mette quindi in viaggio, come gli eroi dei romanzi, per difendere i deboli e riparare i torti.
Alonso diventa così il cavaliere "don Chisciotte della Mancia" e inizia a girare per la Spagna. Nella sua follia, Don Chisciotte trascina con sé un contadino del posto, Sancho Panza, cui promette il governo di un'isola a patto che gli faccia da scudiero.
Come tutti i cavalieri erranti, Don Chisciotte sente la necessità di dedicare a una dama le sue imprese. Lo farà scegliendo Aldonza Lorenzo, una bella contadina sua vicina, da lui trasfigurata in una nobile dama e ribattezzata Dulcinea di Toboso.
Purtroppo per Don Chisciotte, la Spagna del suo tempo non è quella della cavalleria, e nemmeno quella dei romanzi picareschi, e per l'unico eroe rimasto le avventure sono scarsissime. La sua visionaria ostinazione lo spinge però a leggere la realtà con altri occhi. Inizierà quindi a scambiare i mulini a vento con giganti dalle braccia rotanti, i burattini con demoni, i greggi di pecore con eserciti nemici. Combatterà questi avversari immaginari risultando sempre sonoramente sconfitto, e suscitando l'ilarità delle persone che assistono alle sue folli gesta. Sancho Panza, dal canto suo, sarà in alcuni casi la controparte razionale del visionario Don Chisciotte, mentre in altri frangenti condividerà suo malgrado le disavventure del padrone.

  • NazionePalau
  • Anno2008
  • Valore Facciale5 Dollari
  • MetalloArgento
  • Titolo (purezza)925/1000
  • Peso (g)25
  • Dimensioni (mm)30 x 45
  • QualitàProof (Fondo Specchio)
  • Tiratura (esemplari)2.500
  • Certificato di AutenticitàSi
  • CofanettoNo
La figura presente sulla faccia della moneta, è dal punto di vista percettuale, molto ambigua. In altre parole, l'immagine che viene percepita dall'occhio può essere associata a più di un'interpretazione.
Cosa vedete sotto l'elmo? Don Chisciotte sul suo cavallo Rosinante, seguito dal suo scudiero Sancho Panza? O forse vedete la faccia di un cavaliere... ?